top of page

Le asana dei guerrieri

Le asana dei guerrieri, pratica sulla RESISTENZA della durata di 15 minuti. Serie di Virabhadrasana, i Guerrieri.

Portare avanti le nostre decisioni non è sempre semplice. Le posizioni, le asana, dei Guerrieri ci aiutano quando abbiamo bisogno di canalizzarci ad un'energia ispiratrice, trainante, capace di essere "dritta" di saper guardare all'obbiettivo. Vira dal sanscrito eroe/amico/capo ci permette di unirci proprio al potere della caparbietà, della tenacia, della perseveranza, e a quello che viene definito sforzo gioioso. Cioè quell'effort che poniamo su qualcosa ma con passione, entusiasmo, usando gioia e felicità per il raggiungimento dell'obbiettivo. Praticando le asana dei guerrieri, coltiviamo le menti STABILI, FIERE e DETERMINATE, che ci aiutano ad essere sempre rivolti all'obbiettivo finale delle nostre scelte.


"Un guerriero di luce è colui che permette ai propri raggi di emanarsi senza ostacoli"

Queste asana ci aiutano ad esplorare la FERMEZZA. Ci donano VIGORE, FORZA DI SPIRITO e una CARICA speciale.

A livello tecnico si lavora sull'apertura e la chiusura del bacino, al giusto allineamento delle braccia, al trovare con lo sguardo un giusto appoggio che ci permette di mantenere l'equilibro e di trovare anche il giusto radicamento con le piante dei piedi al terreno affinché questo sia il nostro miglior supporto.


Per entrare nel primo guerriero, ci portiamo al centro del tappetino e iniziamo con un radicamento a terra. Quindi apriamo le gambe quanto le anche alziamo le dita dei piedi e poi le riposizioniamo a terra come se ci volessimo proprio aggrappare al tappetino. Oppure se abbiamo bisogno di lavorare inizialmente sull'equilibro, possiamo andare ad ondeggiare sui tre punti chiamati nello yoga i tre punti di equilibro, che si trovano rispettivamente al centro dei talloni, sotto gli alluci e sotto i mignoli.

Dopo possiamo andare a lavorare sull'allineamento, trovando le giuste linee tra piede posizionato anteriormente e quello posizionato posteriormente. La gamba dietro è il mio perno sostiene l'asana. Quando ho trovato il giusto sostegno e il corretto allineamento posso dedicarmi all'azione ed entrare così nella posizione, abbassando bene il bacino sulla gamba davanti e alzando le braccia al cielo. Entriamo così nel guerriero 1. Seguite le istruzioni indicate nel video sottostante per il giusto passaggio al guerriero 2.


Buona pratica



bottom of page