top of page

Porsi in relazione con l'energia femminile

Dea interiore
mandala di tara bianca, dea femminile

"PORSI IN RELAZIONE CON L' ENERGIA FEMMINILE CHE È DENTRO OGNUNO DI NOI".


Ogni essere umano ha un corpo visibile e al di sotto ha un corpo invisibile. La logica è quella delle matriosca, possiamo scendere di strati fino ad arrivare ad un corpo sottilissimo. Il corpo invisibile è il corpo energetico e si trova al di sotto del corpo fisico grossolano. Il corpo energetico è composto da Nadi: canali energetici, punti di connessione all’interno dei canali: i chakra e le gocce che si trovano al centro dei chakra. Questo corpo è per natura simmetrico, è come se una parte fosse lo specchio dell’altra, abbiamo la parte destra, la cosiddetta parte o energia maschile, e quella sinistra la parte o l'energia femminile. Al momento la società ci spinge a usare in maniera prevaricante la parte destra maschile, collegata alla materia, alla terra, ai bisogni primari più rustici. La parte sinistra quella che compone i canali femminili, è conosciuta poco ed è poco utilizzata, è quella parte collegata al celeste, allo spirito al divino. Questa parte è altrettanto importante perché non siamo solo materia ma anche spirito. Il mondo di oggi in prevalenza vive solo nella parte visibile, materica, corporea, maschile, e solo in piccola parte dà spazio alla parte invisibile, spirituale, mentale, femminile. Quando queste due parti sono in equilibrio, è come avere due ali perfettamente funzionanti, che lavorano ad un unico scopo, farci volare, se una di queste due ali è predominante il rischio è quello di girare in tondo. La metafora della circolarità è molto presente nel mondo dello yoga, siamo esseri che circolano, ruotano attorno ad uno stesso punto, di fatto ci capitano sempre le stesse situazioni, entriamo in relazione con gli stessi tipi di persone, giriamo in tondo, non arriviamo mai dove vogliamo arrivare. Questo è vero solo fino a che non comprendiamo la nostra natura, e quando abbiamo una comprensione anche intuitiva, iniziale, abbiamo fatto il primo passo nel cammino che porta alla liberazione.

Quando la parte maschile e quella femminile comunicano e collaborano all’unisono possiamo volare in alto, scendere in picchiata, planare, fare tutti i percorsi possibili ed immaginabili. Quando queste due parti sono nell’equanimità i chakra si possono schiudere, aprirsi e fiorire simmetricamente. E questo ci consente di entrare dalle porte segrete che vanno all’interno, verso la mente sottile. Le menti sottili si trovano al centro dei chakra e quando entriamo in relazione con esse, osserviamo e viviamo la vita in maniera autentica, reale, vera, liberi dalle catene dell’ignoranza. Siamo sia dentro e al contempo fuori, siamo esseri maschili e contemporaneamente femminili e viceversa, siamo aria e terra, fuoco e acqua. Siamo al centro e non più squilibrati o tirati da una parte rispetto l’altra, ma siamo perfettamente equanimi.




Commenti


bottom of page